orso bianco che dorme spaparanzato

Racconto umoristico: “Speriamo sia maschio” (puntata 3 di 11)

orso bianco che dorme spaparanzatoNell’andirivieni di corridori pazzi, seduta su un puffo, vedo Alice in chiara difficoltà.
La testa le ricade in avanti piano piano, poi torna su di scatto.
La testa le ricade in avanti piano piano, poi torna su di scatto.
La testa le ricade in avanti piano piano, poi torna su di scatto.
La palpebra, a tempo di scossone di capo, si abbassa, cede, si chiude, si riapre gagliarda, ma presto vinta.

– Ali, hai sonno?
– No – dice.
Come avrete intuito, Alice è amica di Marco.
– Ma sei sicura?
– Sì.
– Facciamo così, però, per farmi contenta: mettiti un po’ meglio sul puffo… non vorrei che cadessi… anche se so, ovviamente, che non ti addormenterai, quindi non c’è pericolo…
– Se me lo chiedi come favore, mi ci metto … ma io mica mi addormento…
– Grazie Ali, ti devo un favore.
Tempo di ringraziarla e già dorme.
Alice.

Uno in meno di cui preoccuparsi, penso sollevata.

Mi sento strattonare i pantaloni.
È Rebecca.
Ha una domanda.
Il tono è neutrale. Nessuna preoccupazione. Puro spirito scientifico.
– È morta?
– No, dorme.
Fa una smorfia.
Se ne va.
Delusa.

Rebecca ha quattro anni e quattro stagioni di Dexter alle spalle.
Se chiedete a Rebecca cosa voglia fare da grande, non vi risponderà che vuole fare la ballerina, la principessa, la tronista; vi risponderà che vuole fare la giustiziera o che vuole lavorare coi morti, il che è inquietante, sì, ma meno dell’ aspirazione a fare la tronista.
Rebecca.

… continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.