appartarsi in macchina

Racconto umoristico: “Da arresto” (puntata 6 di 7)

appartarsi in macchinaArriviamo all’auto.
Ci fumiamo una sigaretta.
Sì. Ormai fumo. Senza filtro. L’ho visto in un film. Non ricordo quale. Un film.
Francesca mi guarda. Scuote la testa.

Poi mi guarda strana.
Aspira.
Mi guarda strana.
Mi soffia il fumo in faccia.
Mi soffia il fumo in faccia. L’ho visto in un film. Non ricordo quale. Un film.
Mi soffia il fumo in faccia. L’ho visto in un film. Aveva un significato. Non ricordo quale.
Guardo Francesca. Ricordo quale.

È lì che mi viene l’idea di riprendere subito l’auto.
È lì che mi viene l’idea di riprendere subito l’auto e trovare un posto.
È lì che mi viene l’idea di riprendere subito l’auto e trovare un posto per appartarci.
– Andiamo a casa. Ci arriviamo in cinque minuti … – dice Francesca.
– No, fidati! L’ho visto in un film! È più eccitante! Il senso del pericolo! Il rischio di essere scoperti!

Si fida.

Ci appartiamo.
Valuto il posto. Attentamente.
Perfetto.
Considero tutte le variabili. Scientificamente.
Perfetto.
– Questo posto è … perfetto! – dico – fidati!

Si fida.

… continua…

2 pensieri su “Racconto umoristico: “Da arresto” (puntata 6 di 7)”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.