gelati

Racconto per bambini cresciuti: “Il regno dei gelati” (puntata 7 di 9)

gelati“ … tutto sembrava andare per il peggio … alla piccola piccola piccola donna era caduto il gelato e ora che era stata catturata dai pirati non avrebbe più potuto fare quello che le piaceva di più: mangiare gelati e cercare il Regno dei gelati.

Tutto sembrava andare per il peggio, quando all’improvviso, non si sa da dove, non si sa come, non si sa perché, apparve la Fatina dei Gelati.
Vestita di cialdine.

Allora era vero!

La piccola piccola piccola donna lo sapeva!
Ci aveva sempre creduto a quella storia!
Ci aveva sempre creduto alla Fatina dei Gelati!
La Fatina che può portarti con un colpo di cono nel Regno dei Gelati.

La Fatina le chiese se voleva andare con lei nel Regno dei Gelati. La piccola piccola piccola donna le chiese di aspettare un pochetto. Era il suo più grande sogno. Era nata per quello. Per i gelati. Ma le chiese di aspettare un pochetto.

Prima doveva chiedere al temutissimo, pericolosissimo, fortissimo orso di peluche Ettore se poteva guardare le spalle al suo piccolo piccolo piccolo bambino. Il suo piccolo piccolo piccolo bambino era la cosa più bella che le era capitata nella vita.
Più dei gelati.
Più della Fatina del Regno dei Gelati.
Più del Regno dei Gelati.
Un giorno, una volta cresciuto, si sarebbe chiesto dove era la sua piccola piccola piccola mamma.
Era sempre con lui!
Sì, con lui!

Per stare insieme a lei avrebbe soltanto dovuto mangiare un gelato.
Si chiamava ‘La Magia del Gelato’.
La Fatina aveva fatto quell’incantesimo su richiesta della piccola piccola piccola mamma. Così che potesse rimanere per sempre con il suo piccolo piccolo piccolo figlio …

A te piace il gelato, vero, Paolino?”

– Stacciatella … [stracciatella] – disse Paolino, ma ormai era quasi addormentato.
“ … e a proteggere il piccolo piccolo piccolo bambino penserà il temutissimo, pericolosissimo, fortissimo orso di peluche Ettore.”

… continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ricevi un avviso se ci sono nuovi commenti. Oppure iscriviti senza commentare.